Tutela della privacy

La difesa della privacy è un tema prioritario, come sancito dal “Testo Unico sulla privacy”, emanato con d.lgs. 30 giugno 2003, n. 196, in materia di protezione dei dati personali.

 

Sulla scia delle normative europee, le intercettazioni dovranno essere consentite soltanto se strettamente necessarie alle indagini e nei casi di reati di mafia e terrorismo.

 

È necessario punire chi trasgredisce, attraverso pene più severe, inclusa la detenzione per chi ordina le intercettazioni illegali o per chi le esegue commettendo reato.

 

Nei casi di pubblicazione non autorizzata di dati personali o intercettazioni, è d’obbligo prevedere pene di carattere pecuniario sia per i direttori che per gli editori di giornali.

 

Secondo Alleanza Democratica è necessario limitare l’uso delle intercettazioni telefoniche e ambientali al contrasto dei reati più gravi, evitando inutile sprechi di risorse e danni alla privacy dei cittadini coinvolti.