Sanità

Ogni Paese ha l’inderogabile obbligo civile di assistere la propria comunità attraverso una sanità capace, puntuale, operosa, costantemente al servizio del cittadino, professionalmente ed economicamente, in modo equo e funzionale al miglioramento delle condizioni di vita di quest’ultimo e della sanità stessa.

 

Devono, in tal senso, essere eliminati i tagli trasversali che colpiscono questo settore, accorpati i centri sanitari di spesa e armonizzati i costi.

 

È  inconcepibile non disporre di norme atte a garantire risorse e fondi destinati all’acquisto di strumentazione medica, all’assunzione di personale qualificato, alla realizzazione di una sanità pubblica più rapida ed efficiente, alla riabilitazione di strutture fatiscenti, all’aumento di posti letto, alla ricerca.

Sono invece sempre più numerose le contraddizioni e le falle del sistema.

 

Non è possibile, per citare un esempio, che in una regione un farmaco abbia un determinato costo e in un’altra abbia un prezzo due o tre volte superiore.